Un Pensiero al giorno♪ – Martedi – Stanotte una luna magica

Luna Magica

Stanotte una luna magica

Amo la Luna
che culla il mio animo romantico
con la sua bianca e lieve luce
e tutte le volte
che il mio sguardo
la incrociale confido
i miei segreti e desideri,
con la speranza
che possa custodirli
e un giorno …

Copyright © Poesilandia

Stanotte  una luna magica …rimasi incantato per ore.

Qua dalla mia stanza, una specie di mansarda, ho una finestra sui tetti … non sapevo cosa succedeva, [volevo solo fumare una sigeretta.]

Ma la visione fronte di me, era una spettacolo magico, l’illusione di poter toccare una luna luminosa, il cielo limpido, pieno di stelle, rimasi incantato, e curiosa,  cosi sono andato su google …  link articolo trovato
Arriva l’ultima ‘Super Luna‘ dell’anno: stanotte avremo l’ultima occasione per ammirare la Luna nel suo massimo splendore prima del 2016 …
Guardate la luna questa sera: sarà alla distanza minima dalla terra (perigeo).
Ma la cosa che la renderà speciale è che sarà anche piena.
Raggiungerà il culmine a mezzanotte.
Questa notte quindi la luna apparirà più grande e più brillante.
Forse non ci accorgeremo della differenza ma sarà comunque uno spettacolo da non perdere.

       Chè spettacolo magico! un sereno buon martedi amici

Lisa♡ [Vipiteno – 9 sett. 2014]

ELOGIO DELLA LETTURA.

ELOGIO DELLA LETTURA.

8a759-181626_154539217936612_117131591677375_309130_7622992_n
Per me è esattamente questo
Un libro è il risultato della fatica e dello sforzo di un uomo. Più o meno riuscito, è il tentativo di condensare – nero su bianco – il pensiero, le emozioni, l’esperienza della vita o della ricerca di un individuo; e, solo per questo, merita il massimo rispetto.
Un libro – va riconosciuto – non è intrusivo: espone con garbo dei contenuti, e lo fa in maniera discreta, invogliando o meno alla lettura, e permettendone in ogni momento l’interruzione o la continuazione.
In questo senso, esso ad ogni pagina parla di sé, evidenziando nell’esposizione stessa il proprio valore, attraverso ritmo, stile, narrazione e contenuti.
Un libro può essere chiuso, e riaperto tempo dopo nello stesso punto (che dire della dolcezza del gesto di porre un segnalibro a suggello di una pagina appena gustata?
Può essere interrotto nella lettura per qualche istante di riflessione, o ripercorso nelle frasi precedenti, a sottolineatura di un passaggio, di un’emozione, di un’idea improvvisamente sorta da un subconscio che “legge tra le righe”; può essere tenuto – aperto – sulle ginocchia per una pausa di silenzio, d’introspezione, senza che la magia del testo ne abbia a soffrire, talvolta anzi crescendo in espressione proprio nelle pause, quasi che il bianco intorno alle forme dei caratteri prenda il sopravvento come verità più ampia che sottende alle forme possibili.
Un libro è un mondo che si dispiega e s’adatta alla sostanza del lettore: i suoi significati sono infiniti, e lievitano nell’animo e nell’esperienza di chi legge, andando a colmare spazi vuoti in attesa, domande inespresse, squarci di memoria, intimi scrigni di sentimento, interstizi di nostalgia.
Un libro può essere un amico sincero e discreto, che aiuta a indagare in sé, senza mai sovrapporsi, senza pretendere nulla in cambio; può essere, nel silenzio di una notte quieta, l’aratro che scava un solco nel cuore indurito dal giorno; o solo il traghettatore che conduce la mente affaticata alle porte del sogno.
Un libro, infine, è un oggetto concreto, con un peso, una forma, un aspetto, un odore.
Può essere portato con sé, regalato ad un amico, strapazzato o trattato con cura, e alla fine riposto su uno scaffale, per essere ricordato o dimenticato.
Accade, spesso, di riprenderlo dopo molti anni e, aprendolo, di assistere a uno strano miracolo: quel testo ci ha atteso, ci ha lasciato correre nel mondo a cercare risposte, emozioni, esperienze; e ora ci offre, come per caso, con la discrezione semplice della sua pagina ingiallita, quella stessa risposta che anni prima non potevamo ancora capire. Era lì, già scritta da prima, per quell’uomo o quella donna che siamo diventati ora.
E tutti sappiamo – ma nessuno osa dirlo – quante volte abbiamo richiuso un libro con un gesto affettuoso, posandolo come una carezza.
Un libro e magico.
Ciascuno a suo modo ha un’anima speciale, un anima bella fatta di parole; di pensiero, di descrizione di cose e persone, quindi poetica e viva. Leggere e vivere, magari attraverso gli occhi di un altro, il signor Autore.
In questo modo, si esce per un poco fuori di sè, dimenticando i problemi e gli assilli mondani per calarsi in un altrove sovente straniero e sconosciuto. E questo altro miracolosamente calma e lenisce.
Si, avete letto bene, ma nel vostro cuore di lettori lo avete sempre saputo: il libro guarisce.
Su un libro, di ogni pagina, la mente si svuota, per riempirsi di riflessioni, immagini ed emozioni che la vita ci fa, a volte, dimenticare. © Poesilandia

 Lovely Book Awards 2014

Leggere è uno dei modi più belli di sognare. Scrivere è l’unico modo per creare un sogno! (C. Merighetti)

Una felice e solare finesettimana a voi … ♡ vi la lascio il mio abbraccio con sorriso Lisa

1982273_708957245791701_297131143_n