Angeli

Un uomo soffriva la cosa peggiore che può capitare a un essere umano: suo figlio era morto, e per anni non poteva dormire e piangeva tutta la notte finché albeggiava.

Un giorno gli apparve un angelo nel sogno e gli disse: “Basta piangere !”
“Non posso sopportare di non vederlo più” rispose l’uomo.
Così l’angelo disse “Lo vorresti rivedere ?”
L’uomo annui, quindi l’angelo lo prese per mano e lo portò in cielo e disse:
“Pazienta un pò, lo vedrai passare”
Al cenno dell’angelo una moltitudine di bambini iniziarono a passare vestiti come angeli con un lume in mano.
Così l’uomo incuriosito domandò:
“Chi sono ?” e L’angelo rispose:
“Sono i bambini che hanno lasciato la vostra terra troppo presto, tutti i giorni fanno questa passeggiata con noi perché hanno il cuore puro”
Disse l’uomo: “Mio figlio è tra di essi ?”
“Si lo vedrai tra un pò”

Finalmente tra i tanti bambini passò anche il figlio di quell’uomo, che radiante scappò ad abbracciarlo, quando improvvisamente si accorse che aveva il lume spento.

Angosciosamente disse al ragazzo “Figlio mio, perché il tuo lume è spento?
Perché non infiamma la tua anima come agli altri?”
Il bambino lo guardò e disse; “Papà, io accendo la mia candela come quella di tutti, ogni giorno, ma le tue lacrime la spengono la notte”

Non piangere oramai per quell’essere voluto che perdesti, sia figlio, marito, madre o padre!
Lascialo riposare in Pace, prega per lui, non tormentare la tua vita, perché non ritornerà.
Ma puoi averlo nel tuo ricordo con amore.
E’difficile, ma lascialo andare …

Dolce Notte mondo di Amici con un piccolo pensiero;

Quanto lavorano gli Angeli per portare pace nel nostro mondo tormentato! Ascoltali e se puoi, diventa un Angelo in Terra diffondendo luce e amore
dovunque tu vada.
– Secondo il Theta Heling noi siamo co-creatori della nostra realtà. quando ci connetti
amo col Creatore trascendiamo l’universo.
La luce divina è in noi, il viaggio attraverso l’Universo per arrivare al Creatore
(settimo piano esistenziale) è la metafora di un viaggio all’interno di noi, fino al nocciolo della nostra divinità.
Siamo Angeli quando siamo votati all’aiuto al prossimo!  

Felice giornata a voi

259 – LA STORIA DEGLI ANGELI

Il mistero del Natale è legato all’attesa,all’esperienza del tempo necessario affinché le forze di vita e di luce afferrino e trasformino tutta la creazione.

I bambini portano in sé l’avvenire: hanno bisogno di sentire la presenza spirituale del Signore, di credere alla possibilità della sua nascita nella loro anima.

Ecco perché preparare l’esperienza del Natale con i bambini è una cosa infinitamente seria.

Ai genitori non serve riaccendere nei loro bambini una sentimentalità desueta, lontana, o difingere di credere a Babbo Natale: servono sentimenti forti e autentici.

I consigli, i racconti e le storie di questo libro ci accompagnano nel lungo periodo d’Avvento,settimana dopo settimana, e incoraggiano ciascuno a trovare la propria via verso il Natale e a creare le forme più adatte per coronare la nascita del Bambino Gesù.

Festeggiare l’avvento
di Soline e Pierre Lienhard
Fior di Pesco Edizioni
14,00 €
Edizione: Fior di Pesco Edizioni
Pagine: 64
Autore: Soline e Pierre Lienhard

LA STORIA DEGLI ANGELI DELL’AVVENTO

Gli angeli dell’Avvento sono quattro, proprio come le quattro settimane che preparano al Natale.

Vengono in visita sulla Terra, indossando abiti di un colore diverso, ciascuno dei quali rappresenta una particolare qualità.

L’angelo blu.
Durante la prima settimana, un grande angelo discende dal cielo per invitare gli uomini a prepararsi per il Natale.
E’ vestito con un grande mantello blu, intessuto di silenzio e di pace. Il blu del suo mantello rappresenta appunto il silenzio e il raccoglimento.

L’angelo rosso.
Durante la seconda settimana, un angelo con il mantello rosso scende dal cielo, portando con la mano sinistra un cesto vuoto. Il cesto è intessuto di raggi di sole e può contenere soltanto ciò che è leggero e delicato.
L’angelo rosso passa su tutte le case e cerca, guarda nel cuore di tutti gli uomini, per vedere se trova un po’ di amore…
Se lo trova, lo prende e lo mette nel cesto e lo porta in alto, in cielo.
E lassù, le anime di tutti quelli che sono sepolti in Terra e tutti gli angeli prendono questo amore e ne fanno luce per le stelle.
Il rosso del suo mantello rappresenta l’amore.

L’angelo bianco.
Nella terza settimana, un angelo bianco e luminoso discende sulla Terra. Tiene nella mano destra un raggio di sole.
Va verso gli uomini che conservano in cuore l’amore e li tocca con il suo raggio di luce. Essi si sentono felici perché nell’Inverno freddo e buio, sono rischiarati ed illuminati.
Il sole brilla nei loro occhi, avvolge le loro mani, i loro piedi e tutto il corpo. Anche i più poveri e gli umili sono così trasformati ed assomigliano agli angeli, perché hanno l’amore nel cuore. Soltanto coloro che hanno l’amore nel cuore possono vedere l’angelo bianco.
Il bianco è il simbolo della luce e brilla nel cuore di chi crede.

L’angelo viola.
Nella quarta e ultima settimana di Avvento, appare in cielo un angelo con il mantello viola.
L’angelo viola passa su tutta la Terra tenendo con il braccio sinistro una cetra d’oro. Manca poco all’arrivo del Signore.
Il colore viola è formato dall’unione del blu e del rosso, quindi il suo mantello rappresenta l’amore vero, quello profondo, che nasce quando si sta in silenzio e si ascolta la voce del Signore dentro di noi.