#Promemoria da stampare

Parlati bene
Quando parli con te stessa, parlati bene.
Non sminuirti, non ti offendere, non darti appellativi poco carini.
La tua mente memorizza tutto, sottolinea, ricorda; specie quando credi di essere sovrappensiero.
Trattati bene.
Trattati come se potessi vederti dall’esterno.
Sii comprensiva coi tuoi errori.
Sii buona coi tuoi inciampi.
Sii gentile coi tuoi difetti.
Sei tu la prima persona da amare.
Sei tu la più importante storia d’amore.
Parte tutto da te.
Parte tutto dal tuo decidere come darti al mondo senza scordarti di te stessa.
Non ti sottovalutare e allontanati da chi lo fa.
Non mancarti di rispetto e non permettere a nessuno di farlo. Tieniti tutti i bronci che desideri per il tempo che servono ma fai il possibile per trasformarli in sorrisi.
Per te.


#pensieri la notte … #insonnia continua

Un caro saluto con affetto ai amici e il nuovi arrivati. Grazie di cuore per la vostra presenza per me preziosa, Vi auguro una serena fine settimana ELisa

Pensieri sparsi -1

IMG_20180419_001602

IMG_20180415_101207

IMG_20180430_093304

 

IMG_20180422_233044

IMG_20180518_103545

Tornare alla sorgente …

Questa notte non puoi dormire, se chiudi gli occhi vedi moltitudini allucinanti.
Se li apri, sono pugni di spilli.
Se ti agiti, incominciano le danze dei ricordi.
Se stai immobile, le coltri diventano di marmo.
Vano leggere, fumare, accendere e spegnere. Il sangue grida nomi di cose e persone.

La vita risorge tragica e grottesca: i dettagli sono ingigantiti dall’ ombra, la stanza è piena di fantasmi, larve impure sfiorano il letto.

Sei stanco da morire e non riesci a riposare.

Eppure a quest’ ora molte persone dormono in pace, morte per poche ore, morte prima di riprendere la loro vita così simile alla morte.

L’ orologio scandisce i secondi e, goccia su goccia, il sangue risponde battendo le tempie, e la notte è un’ agonia che non finisce più.

Notti d’insonnia: dubbi, paure, rimorsi ….

Ebbene, tranquillizza la tua anima che trema. Chiudi le palpebre pesanti.
Fa’ tacere le voci di dentro.
Resta immobile a lasciarti portare via dalla corrente del tempo…
E chiama tua madre che ti culli con nomi di stelle e farfalle.

Tornare alla sorgente più pura per trovare la pace perduta.
Amen …

18891_10205855594102576_5910007896240604419_n

Insonnia o Insonne ..

Ho voglia di ritrovare il senso delle cose e del mio stare qui.
Giorni particolari questi. Giorni di silenzi e di assenze.
Sono confusa. Sono stordita.
Troppo ferita da mille comportamenti per poter proseguire con l’entusiasmo di un tempo.
E’ vero, amo, vivo, parlo, rido, cammino.
E’ vero, ancora gli occhi sono incantati; nell’azzurro di un cielo,
o si perdono nei colori dei fiori e nei loro profumi.
I miei occhi ancora cercano ruscelli trasparenti.
E’ forse li il punto, l’assoluto amore per le cose belle.
Il dolore forte o disgusto per le cose o le azioni brutte.
Giorni di confusione in testa.
Voglia di cambiare, di provare cose nuove, voglia di abbandonare.
Troppe aspettative forse.
Poca voglia di gestire i rapporti, poca voglia di chiedermi mille volte “perché”. Perchè…perchè…
E vorrei trasformare queste situazioni, ritinteggiarle d’arcobaleno.
Esiste l’arcobaleno dei sentimenti?
Ma c’è troppa voglia di silenzio.

Ho voglia di serenità, di casa, di odore di bucato e profumo di caffè…
C’è poco posto ai perché, poco spazio a parole già dette e mille volte fraintese.
Ho voglia di non capire più le persone. Di pensare un po’ più a me.
Ho voglia di salutare
Di andare via ..

L’enesima notte di insonnia … 

 ©Lisa

nota;

 

insonnia
[in-sòn-nia]
s.f. (pl. -nie)
1 Stato di veglia durante le ore normalmente dedicate al sonno: durante l’i. mille pensieri lo turbavano
2 MED Stato patologico caratterizzato da difficoltà a prendere sonno, risveglio precoce o impossibilità di dormire, tipico degli stati ansiosi e delle sindromi depressive: soffrire di i.; malato di i.

insonne
[in-sòn-ne]
agg. (pl. -ni)
1 Che non dorme, che non riesce a prendere sonno: l’ansia la teneva i.
‖ fig. Che non si concede riposo; alacre, instancabile: un i. scienziato
2 estens. Di cosa, che non concede riposo: fatica, attività i.
‖ Che si trascorre senza dormire: nelle insonni tenebre Manzoni; una notte i.
 fonte:  Dizionario Italiano