La vita “vera” sono #Offline

NON CREDETE A QUELLO CHE VEDETE…. una bella riflessione prima di darvi la buona notte.

È facile sentirsi sbagliati con uno schermo davanti agli occhi, il vostro smartphone mente, i Social network mentono o meglio sono le persone a farlo.
Si perché nessuno posta la verità online, nessuno parla dei momenti difficili della vita “reale”.
Su Facebook ci sono solo foto di famiglie felici, di coppie felici, di amici che si divertono,  quanti di quei sorrisi sono veri?
Quanta di quella felicità è “reale”?
Eppure noi ci crediamo e in qualche modo non fanno altro che farci sentire sbagliati.
Perché ci si sente soli, come se fossimo gli unici ad avere una via “imperfetta”.
Allora prendiamo il telefono sfoggiamo il nostro profilo migliore, il nostro sorriso migliore e cerchiamo di convincere gli altri e anche un po’ noi stessi che infondo possiamo far parte di questa grande farsa per sentirci meno soli, meno sbagliati, meno diversi.
Allora la prossima volta che vedrete quella foto “perfetta” non credete a quello che vedete, perché se c’è una cosa di cui sono sicura è che le copie perfette, le famiglie perfette, le mamme perfette non esistono e i momenti più belli della vita “vera” sono Off-line

IMG_20180430_093115

Annunci

#Relax, grande relax…

Uscire? La nuova moda è divano, film e calice di vino
Ora che il freddo pungente ha ormai raggiunto tutta la penisola, rendendo ormai solo un ricordo lontano le belle giornate di sole, abbandonare il divano, la coperta (e chi ce l’ha, il caldo camino) per uscire a fare serata, sembra essereun’impresa sempre più ardua.

Se i vostri amici vi accusano di essere troppo pigri e, in un certo senso, vi incitano a darvi una mossa, potrete rispondere loro che state semplicemente praticando l’arte delKalsarïkannit (e che forse dovrebbero farlo anche loro).

Di cosa si tratta?

La definizione precisa èbere qualcosa in casa, da soli, in pigiama o biancheria, senza alcuna intenzione di uscire.

La nuova moda sembrerebbe essere infatti quella di tenersi lontani da discoteche, locali affollati e rumorosi, per dedicarsi un po’ a se stessi e alle proprie passioni all’interno delle mura domestiche.

“A livello internazionale, e in particolar modo nel nord Europa – si legge in questo articolo di GQ –questa semplice abitudine ha assunto i caratteri di una vera e propria pratica, quasi un’arte da affinare tra piumone e tavolino, alludendo al piacere di crogiolarsi nel proprio nido domestico”.

Quindi ben venga un bicchiere di vino (o il drink che preferite), un libro da accompagnare con un bel sottofondo musicale o, in alternativa, restare a poltrire sul divano a guardare la propria serie tv preferita.

In una sola parola? Relax, grande relax.

Di Giacomo Giannì

#Buon2019

Buon giorno al nuovo anno 2019

Cari Amici di questo mio piccolo tana , il 2018 è stato un ANNO ALTALENA, fatto di sofferenza ma anche di gioie, di grandi risate ma anche di lunghi pianti, un anno difficile, in cui è stato necessario mettersi allo specchioe,  fare i conti con il giudice più severo, noi stessi.

Grazie a voi tutto è stato più semplice, mi avete preso per mano con dolcezza, amorevolezza, avvolti in un caloroso abbraccio e inondati di amore; per quanto il cammino possa essere difficile, fatto INSIEME assume tutto un’altro significato.

Una felice 🍀 inizio anno a tutti voi. Elisa

img_20190104_123541

#Pensieri

Voler essere felice e un peccato?

FB_IMG_1545896350347

Lei….è fatta così.
Forse poche persone la conoscono veramente… quella bambina che ogni tanto rivolge la testa al cielo per guardare le stelle… perchè ci crede ancora… un po’.
quella bambina che ogni tanto si ferma a guardare la gente… che siano tristi o felici, solo per guardare… per vedere se in fondo… lei non è così diversa… quella bambina che sorride… sorride sempre, anche se dentro c’è BUIO, quella bambina che continua a camminare sui suoi sbagli, perchè eliminandoli ha paura di dimenticare… quella bambina che è anche un po’ PAZZA , che ogni tanto chiude gli occhi… va in un mondo tutto suo, dove tutto ha un lieto fine… quella bambina… dall’aria un po’ assente ogni tanto… ora sta sorridendo… forse solo perchè… anche lei… ora sa che vuol dire… essere felice ….

#26Dicembre 2018

E per chiudere in bellezza questo festività, una bella gita in montagna con la mia bimba

#Vipiteno/Racines

smartcaptureFB_IMG_8381286203156442604Photo Collage_20181226_184317483

Vi auguro ogni bene, aspettando il capodanno!

Cosa porterei con me nel nuovo anno?

E cosa butterei?..

Ci devo pensare 😊

E voi?

Baci Lisa

#BuonNatale 🎄

Le persone sono un rifugio, e tra tutti alcune, una casa.

Casa dove riposano i pensieri, dove non c’è da calcolare, misurare, soppesare.
Una casa dove puoi mettere in pigiama la mente, i riflessi e goderti il tepore di un camino acceso.

E’ il cuore.

Ci son persone così, così vicine che son casa, calore, camino acceso…

E tu stai in pantofole a goderne, spettinato, arrabbiato o felice, e riposi dal mondo, dai perchè.
Persone così, son amici speciali per cui vale la pena di sperare, vivere e lottare.

Buon Natale cari Amici 🎄 Elisa

#Pensieri – Lettera di un angelo.

Lettera di un angelo.

La vita e’ fatta di priorità, trova in te la tua priorità, altrimenti ti perderai per strada l’essenziale, inseguendo false chimere portate dal tempo.

Prendi in mano la tua vita e vivila nel profondo.

Corri, corri a perdifiato contro la corrente che trascina, infrangi la marea di chi ti porta giù’, distruggi le barriere dell’indifferenza, sorridi a chi non sa che la Vita non si ferma mai!

“ANCHE NEI GIORNI TRISTI LA VITA E’ UN DONO, CANTA PER TE, CANTA PER LEI”

Cosi intona una canzone che tanto porti nel cuore, non devi aver paura di fermarti un attimo ad aspettare,
-ASPETTA – prenditi il tuo tempo, il tuo tempo non e’ quello della fretta, della rabbia o della paura.
Se hai una difficoltà, siediti, fai silenzio intorno a te, una dolce musica giungerà’ al tuo orecchio:  E’ LA CONSAPEVOLEZZA!

Quella consapevolezza che tinge i tuoi occhi di lacrime ogni volta che ne percepisci il profumo.

Notti scure a volte ti sembra di vivere, ma non perdere mai il sereno, perchè se ci sono le nuvole nel tuo cuore non potrai gustarti l’alba.
Riparati dalle nuvole che passano qualvolta sopra il tuo cuore e aspetta, non aver paura di aspettare.

Siediti in quell’angolino piuttosto vicino alla siepe ad aspettare, tanta gente passerà. Avrai il dubbio di doverla seguire, ma tu aspetta, non aver paura di aspettare, quando sara’ il momento pero’ ALZATI sicuro di te, senza indugio e sali in quell’autobus che aveva come capolinea quell’angolo, piuttosto vicino alla siepe, dove tu, aspettando, eri seduto.

Dolce notte amici  …

NOTTE

#22settembre Equinozio d’Autunno.

Mabon è la seconda delle feste del raccolto, anche chiamato Equinozio d’Autunno.

Quest’anno celebriamo Mabon (Equinozio d’Autunno) il 22 settembre.
E’ un tempo di equilibrio, la notte e il giorno sono ugualmente suddivisi, ma la luce sta iniziando a diminuire a favore dell’oscurità.
Il simbolismo di questo Sabbat è legato ai Misteri, all’Equilibrio, al momento in cui la notte e il giorno sono uguali.

Mabon è il momento per celebrare le divinità antiche e gli spiriti del mondo.
Ciò che bisogna fare per mabon è ringraziare. E soprattutto è il momento giusto per fermarsi e rilassarsi, essere felici.

Dall’equinozio autunnale, la forza del sole inizia a diminuire, fino al solstizio invernale, quando il sole inizia a crescere d’intensità e i giorni diventano nuovamente più lunghi delle notti.

Intento di Mabon:
Mabon è considerato tempo dei misteri. E’ considerato un periodo di equilibrio; è quando possiamo fermarci, rilassarci e apprezzare i frutti dei nostri personali raccolti.
E’ un periodo per porre fine ai vecchi progetti mentre ci prepariamo al periodo dell’anno di riposo, rilassamento e riflessione. Il lavoro magico dovrebbe essere di protezione, prosperità, sicurezza e fiducia in se stessi. Un momento magico per celebrare e rimanere così in armonia con l’Universo, con il Tutto, con l’Esistenza.

 

L'immagine può contenere: albero, cielo, pianta, fiore, spazio all'aperto e natura
Buonanotte ai primi freddi.
Al pigiama lungo e al plaid.
Al naso che cola non solo per un dispiacere.
Buonanotte al corpo che cerca un po’ di calore, e all’anima che ha bisogno di più coccole.
Buonanotte all’autunno, ai tramonti precoci, agli arcobaleni improvvisi, all’alba in ritardo.
Buonanotte a chi mette via un’estate senza tanti ricordi, e si abbraccia nella speranza di un nuovo tiepido inizio.
Un caldo abbraccio a voi … Elisa

Accetta la tristezza – #Osho

 

Accetta la tristezza – Osho

Accetta la tristezza, dalle il benvenuto, lascia che sia un ospite bene accetto. E osservala con attenzione in profondità, con amore, con attenzione. Sii un vero anfitrione! E rimarrai sorpreso, sorpreso al di là di qualsiasi aspettativa, perchè vedrai che la tristezza possiede alcune bellezze che la felicità non potrà mai avere. La tristezza ha profondità, mentre la felicità è sempre superficiale. La tristezza ha lacrime, e le lacrime scendono a profondità maggiori di qualsiasi risata. La tristezza ha un silenzio proprio, una melodia che la felicità non potrà mai avere.

…Esiste anche questo al mondo, la tristezza di non poter piangere a calde lacrime. E’ una di quelle cose che non si può spiegare a nessuno, e anche se si potesse nessuno la capirebbe.
Una volta, avevo provato a esprimerla a parole. Ma non ne avevo trovato una che potesse esprimere il mio sentimento ad altri, anzi nemmeno a me stesso, così avevo rinunciato.
E avevo chiuso sia le mie parole, sia il mio cuore.
La tristezza troppo profonda non può prendere la forma delle lacrime.

L'immagine può contenere: una o più persone, uccello e spazio all'aperto

 

Posso chiudere gli occhi,
e sento ancora il dolore del passato.
Ma, posso aprirle e rendersi conto
che ho ottenuto attraverso di essa.
Ora solo bisogno
di imparare a lasciar andare…