263 – IL MONACO, L’ALLIEVO E L’ASINELLO

Tanto tempo fa un santo monaco aveva con sé un allievo, un ragazzo molto attento e ubbidiente.
Un giorno lo chiama e gli dice: «Vai a prendere l’asino e andiamo in città».

Il giovane prende l’asino, aiuta l’anziano monaco a salirvi e si avviano verso la città, il monaco in groppa all’asino e il ragazzo a piedi.
Alla prima svolta incontrano un gruppo di persone.
Qualcuno, naturalmente, ha qualcosa da ridire: «Ma guarda quanto è infingardo quel vecchio monaco: lui a cavallo, e quel povero ragazzo così gracile e delicato lasciato a piedi!»

Il vecchio monaco, appena udite queste parole, scende dall’asino, vi fa salire il ragazzo e tutti e tre si rimettono in cammino. Poco più avanti incontrano altre persone: «Oh, guarda cosa si deve vedere.

Un giovane sano e robusto a cavallo e un povero vecchio a piedi.
Non c’è più rispetto, non c’è più carità».

A queste parole il ragazzo salta giù dall’asino, aiuta l’anziano monaco a salirvi di nuovo, risale anche lui e proseguono verso la città.
Strada facendo, altra gente, altri commenti: «Guarda quella povera bestia!

Fra poco morirà stremata, sotto il peso di quei due fannulloni!
Ci vorrebbe almeno un po’ di pietà».

Il santo monaco e il ragazzo, allora, scendono in silenzio e proseguono il cammino a piedi. Ma qualcuno non è ancora soddisfatto: «Guardate, guardate…
S’è vista mai una cosa più sciocca?
Quei due hanno l’asino, e vanno a piedi!».
A questo punto l’anziano monaco dice al ragazzo: «Torniamo a casa».

Strada facendo gli spiega: «Hai capito la lezione, figliolo?
Per quanto ti sforzerai di assecondare gli altri, ci sarà sempre qualcuno che avrà qualcosa da ridire.
E allora tu impara a tirar diritto per la tua strada e a non prestare ascolto alle chiacchiere della gente».

Notte serena amici ❤ ELisa

fonte

263 – Buona festa di Santa Lucia

 

13 dicembre Festa di Santa Lucia

Il Natale per me è pura magia …

Velocemente si avvicina e oggi non potevo che rendere omaggio a Santa Lucia, portatrice di luce.

– Santa Lucia fu una martire cristiana, morta durante le persecuzioni di Diocleziano a Siracusa; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa. Wikipedia –

In Svezia, un’antica tradizione vuole, che sia scelta una bambina che rappresenti Lucia e tutti gli altri bambini, vestiti di bianco, e con una ghirlanda in testa ed una candela accesa in mano, fanno da seguito alla processione che porta appunto la luce.

Sono belle queste tradizioni, e poi i colori, le luci dentro casa per celebrare le feste, donano quell’atmosfera unica dell’avvento.

Onorerò il Natale nel mio cuore
e cercherò di tenerlo con me
tutto l’anno…
– Charles Dickens –

Proverbio
Santa Lucia il giorno più corto che ci sia…

nota: Santa Lucia è il giorno in cui il sole tramonta prima nell’anno, in attesa della giornata più corta, quella del Solstizio d’Inverno, il 21 Dicembre.

nota: Palermo, Santa Lucia si festeggia con l’arancine (buone, mamma mia come mi piace!)
Il 13 dicembre a Palermo si mangeranno arancine tutto il giorno. I posti più gettonati sono Spinnato in via Principe di Belmonte, Bar Touring in via Lincoln, Bar Alba in piazza Don Bosco

Buona festa di Santa Lucia a tutti,
un abbraccio, ELisa