Sono un essere umano

Storie…

Ogni storia contiene un meraviglioso viaggio ma è la destinazione che fa la differenza e spesso non è la stessa che insieme avevamo concordato.

Durante il viaggio capitano variazioni di percorsi,incontri,si visitano luoghi della persona che non conoscevamo e possiamo rimanere affascinati oppure disorientati. Bisognerebbe prima di ogni viaggio capirne l’importanza mettendo in gioco energia e volontà.

Il viaggio ha bisogno d’esser vissuto e consumato per diventare storia, altrimenti nella valigia della vita non rimane nessun ricordo, un odore da riscoprire, una voce da risentire.

Ma se non succede allora è meglio una breve vacanza perchè l’unica cosa che ti rimane alla fine di questo viaggio è un bagaglio ancora più pesante.

Ne ho avuto abbastanza!

Che magnifiche parole, ma le persone che hanno troppo da fare le pronunciano solo raramente; il non riconoscere di avere dei limiti e l’ignorare quando li raggiungiamo sono due aspetti della nostra follia.

Molti di noi, infatti, considerano l’avere dei limiti come un segnale di inadeguatezza: non ci perdoniamo di essere incapaci di resistere quando siamo esausti, oppure di procedere senza tenere conto delle circostanze.

Rendersi conto che stiamo raggiungendo i nostri limiti e accettarli può essere l’inizio di una nostra ripresa.

Ogni essere umano ha dei limiti e io, sono un essere umano!

Buona notte sereno ©Elisa

e … BUON LUNEDI

“Interrogo i libri e mi rispondono.
E parlano e cantano per me.
Alcuni mi portano il riso sulla labbra o la consolazione nel cuore.
Altri mi insegnano a conoscere me stesso e mi ricordano che i giorno corrono veloci e che la vita fugge via.”

Buona notte dolce notte mondo di amici con un pensiero;

Dei sogni non farne mai a meno
perché la vita grazie ad essi si realizza.
Quindi inizia a fare una lunga scorta di sogni
perché sono loro che ti aiutano a vivere.

ELisa

Cominciamo la giornata con …

Cominciamo la giornata con … SORRISO

Felicità

C’è un’ape che se posa
su un bottone de rosa:
lo succhia e se ne va…
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.

Avarizzia

Ho conosciuto un vecchio
avaro, ma avaro: avaro a un punto tale
che guarda li quatrini ne lo specchio
pe’ vede raddoppiato er capitale.

Allora dice: quelli li do via
perché ce faccio la beneficenza;
ma questi me li tengo pe’ prudenza…
E li ripone ne la scrivania.

Pappagallo ermetico

Un Pappagallo recitava Dante:
“Pape Satan, pape Satan aleppe…”.
Ammalappena un critico lo seppe
corse a sentillo e disse: – È impressionante!
Oggiggiorno, chi esprime er su’ pensiero
senza spiegasse bene, è un genio vero:
un genio ch’è rimasto per modestia
nascosto ner cervello d’una bestia.

Se vôi l’ammirazzione de l’amichi
nun faje capì mai quelo che dichi.

Featured image

Accidia

In un giardino, un vagabonno dorme
accucciato per terra, arinnicchiato,
che manco se distingueno le forme.

Passa una guardia: – Alò! – dice – Cammina! –
Quello se smucchia e j’arisponne: – Bravo! –
Me sveji propio a tempo! M’insognavo
che stavo a lavorà ne l’officina!

Buona giornata Amici con sorriso ❤

poesie di Trilussa