NINA NANNA

NINA NANNA

Dormi bambina mia
mentre ti accarezzo
la piccola testa dorata
Dormi bambina mia
come una piccola nave
che aspetta coricata sul fianco,
aspettando il momento di salpare
Dormi bambina mia
sognando il mare dolce
e accogliente di inizio estate
Dormi bambina mia
attaccata a me
 come ad un vecchio molo
Ti bacio bambina mia
sei la piu bella barca
del mio porto

Che gioia

FIGLIA MIA

Che gioia sapermi
accoccolato tra i tuoi pensieri,
quando corri da me
per risolvere i tuoi dubbi
le tue insicurezza…
Nei tuoi grandi occhi neri
 leggo la certezza
delle mie soluzioni
Non sempre saprò darti
le risposte giuste
ma, amore mio
sempre saprò amarti
gridando al cielo,col cuore aperto
ti voglio tanto bene

Vorrei dare di piu

preghiere a modo mio….
Vorrei dare di piu…

Vorrei poter dare, me stessa
ma non sono immortale.
Vorrei poter diventare trasparente
per mostrare ciò che è nella mente
e dare a tutti una parola amica.
Vorrei essere sole o luna
per scaldare dolcemente
quei cuori freddi
che non lasciano spazio all’amore,
li vicini, davanti e pur … lontano
Vorrei saper pregare di preghiere vere,
palpitante, sprizzante d’amore
in questo mondo sempre piu crudele

20 agosto

20 agosto 

“Il giorno piu bella della tua vita”
Una promessa pronunciate sull’altare
sigillata con un bacio di tenero amore
per tutta la vita guiderà il vostro cammino
cominciato ora con qualche parola in latino
pronunciata da un vecchio e saggio frate
mentre benedice gli anelli che adesso portate.
Una lacrime come una goccia scesa dal cielo
riga la gota di una donna vestita di bianco velo.
Si scioglie nell’anima della piu dolce creatura
una candida sposa sotto la pioggia di petali di rosa
mentre bacia il suo amore guardandola in viso.

“Per mia figlia”  20 agosto 2003
“Chiesa La Martorana – Palermo”

Come posso non amarti

Come posso non amarti bimba mia?

Strana e disperata vita,
sole nero nell’anima
Sento ancora le tue parole… crudeli
tu non mi hai capito piccolina…
sei scomparsa…
Ma io… non ti lascerò sola
Ho scritto parole al muro del vento,
e ho rincorso i tuoi pensieri…
Ma, non saprò mai,
se t’avrò raggiunto.
Tu sei l’aria che sfugge.
Non saprò mai,
se il mio sorriso
avrà toccato per solo minuto
il tuo cuore.
Come posso non amarti bambina mia?
Ti regalo un sorriso, ti terrà compagnia,
e se avrai paura, ti farà coraggio
perché un sorriso…
e come un raggio di sole al mattino,
illumina la strada e riscalda il cuore.

agosto 2004 Bibbione
 dedicato a mia figlia dopo un lite furiosa

Sulle ali…

Dedicato a mia  figlia…

Sulla ali delle foglie, inizi un volo
dipendente e limitato nella sua vastità.
Non andrà mai oltre il tuo cuore,
nella sua incertezza
non sarà mai superiore alla tue forze.
Nella sua superiorità
non ti racconterà nulla…
di veramente nuovo.
Avrà in sé il cielo della vita,
la conoscenza di essere parte di un tutto,
la gioia che ogni cosa c’era prima e sarà dopo,
ma non uguale.
Perché non è il tempo che cambia le cose
ma è quella foglia, che e nata e cresciuta e
volata …
Sei tu che lascerai un segno per ogni tuo respiro,
e ogni cosa respirerà della tua felicità
in quel volo … limitato
Dipendente a una forza che tutto muove e rinnova,
a cui tu devi avere il coraggio di affidare
la tua eleganza e la tua essenza
Perché ogni cosa continui ad essere
migliore di prima.

Felice compleanno tesoro mio, dalla tua mamma
31 marzo2006  Udine

Non speravo

PER MIA FIGLIA

Non speravo…
di sorridere ad una culla,
quando nascesti tu.
Sorniona leccasti le tue labbra
bagnata di una goccia di Champagne
e apristi d’indaco gli occhioni
misteriosi come il mare blu.
La memoria si sposte ai tuoi sorrisi
quando con occhi vispi ed amiccanti
mi accolglievi alla sera in seggiolone
protendendo a me le tue manine
ed urlando come fosse giorno
“mmio, mmio”.
Non eri un gatto,
Amore …
era soltanto tenero il tuo cuore.
Ricordo il giorno
che incontrasti un cane
e protendendo ancora le manine
gli andasti incontro
con passetti incerti
cantando la tua gioa in: “mmio, mmio”?
T’abbaio quel cane
per nulla conquistato
e con occhioni di pianto costernati
corresti verso di me con le braccine alzate
come aggrappate al cielo.
Ero il conforto
con la mamma tua
d’ogni bisogno e della protezione.
Anche oggi
che ti senti grande
padrona di te stessa e irragiungibile
se il dolore appani il tuo bel viso
o di gioa di aiutarti nel cammino.
Perchè, bambina mia,
or che sei una donna
puoi anche ricordare, che del bene nostro
puoi fidare.

Con amore alle mie adorate figlie
 Mamma
 20/10/2002

Vorrei

PER MIA FIGLIA

VORREI

Vorrei darti amore mio
la serenità dell’azzurro del cielo
la forza del mare impetuoso,
la serenità di una brezza di vento,
la freschezza della rugiada al mattino.
Vorrei darti amore mio
tutta l’esperienza che ho acquisito,
tutta la pazienza che ho conquistato
e la fortuna che non ho mai avuto
Vorrei darti amore mio
un amore sincero e vero,
un futuro meraviglioso,
dove nessuno ti possa ferire
e nessun dispiacere possa influire nella vita
che voi conquistare
Vorrei darti amore mio…
ma posso solo sperare
che tu sappia conquistare
ogni giorno un esperienza
che ti faccia maturaree con tutto il mio amore
che non ti farò mai mancare
tu sia pronto ad accettare
quello che la vita ti pò donare.
Vorrei darti amore mio…
amore mio vorrei…per te
ma tutto quello che posso fare
è darti tutto il meglio di me…

 

PICCOLA…

Felice compleanno

PICCOLA

Piccola arrivasti,
ed ora che stai crescendo,
resti sempre la mia piccola.
Piccola come un fiore
Grande come il piu bell’ amore
Per te… ho pianto, per te ho riso
Per te sognerò il piu bel futuro
Cercherò di guardar con i tuoi occhi
Il mondo che ti aspetta…
e nei tuoi occhi mi perderò,
quando tu ormai grande
… te ne andrai
Sempre piccola per me resterai.
Ti voglio bene “piccola”
Mamma

Ricordo i nostri sogni

Pensieri

Ricordo i nostri sogni

Ho voglia di bussare alla porta del cielo
per dirti che mi manca il tuo sorriso.
La tua voce.
Il tuo sguardo pulito.
La voglia di allegria.
Le cose bisbigliate, gridate, con la voce del cuore.
Mi mancano quei giorni fatti di tenerezze.
Le lunghe chiacchierate.
Le risate ricolme di un presente vissuto.
Assaporato.
Ricordo i nostri sogni.
La gran voglia di dare … e di fare
per un mondo migliore.
Profumava di buono la tua vita.
Ed ancora mi avvolge e mi sorregge la fragranza di te.
Ho voglia di bussare alla porta del cielo.
Ho voglia di incontrarti.
Basterebbe un istante.
Un battito di ciglia.
Un sussurro.
Nel pugno chiuso conservo una carezza.
Un battito di ciglia.
Che ci vuole?
Mi basta l’illusione.

11 luglio

MIO AMATO…

MIO AMATO…
MIO ANGELO CUSTODE

Dove sei?
La tua anima è ancora con me, ma tu sei lontano.
Perché?
Mi chiedo mentre siedo in questo casa buia e silenziosa.
Non conosco le risposte a queste domande
per quanto mi sforzi di comprendere
la ragione è semplice, ma la mia mente mi obliga a scartarla
e l’angoscia tormenta ogni ora della mia veglia.
Senza di te mi sento perduta, vuota
non ho anima, sono una vagabonda senza casa
un uccello solitario che vola senza meta
sono tutte queste cose e sono nulla.
Questa è la mia vita ora che non ci sei piu tesoro mio.
Vorrei con tutto il cuore che da lassu’ mi insegnassi
come ricominciare a vivere, perchè io non ne ho piu voglia.
Ti ho voluto intensamente in cuor mio,
pensavo che saremmo rimasti sempre insieme.
Mi chiedo, e cosi che ci sente
quando si perde una persona, che si ama?
Non lo so.
Sento solo un’incredibile solitudine che niente può riempire.
Penso a te … al nostro futuro che c’è stato negato,
ed è tutto ciò che posso fare, ma non mi basta
e non sarà mai abbastanza.
Lo so, ma che altro mi resta?
Niente…
Mi manchi già tanto.
Solo in questa casa, sono giunta alla convinzione
che il destino può ferire una persona,
con la stessa forza con cui può benedirla.
Mi ritrovo a domandarmi perchè ,mi sei stato sottratto?
Le lacrime scendono copiose dai miei occhi,
non mi resta altro da fare che piangere lacrime di dolore,
lacrime amare…

RICORDI DOLCI E AMARI

RICORDI DOLCI E AMARI

Ho passato ore a pensarti in silenzio.
Nel silenzio, nel buio … a pensarti.
Tu hai riletto il tuo libro di fiabe
hai abbracciato più muta, il tuo amore
che anche oggi ha schiacciato il tuo cuore
e ha oscurato incurante il tuo sole
Nubi minacciosi, scivolano nell’aria.
II sole …
alla ricerca di anime perdute
nel silenzio del cielo
di sogni riflessi nel tempo
di lacrime asciugate dal vento
che trasporta i ricordi.
Ricordi dolci e amari,
resto incantata a guardarle
incurante del sole che colpisce i miei occhi

COME UCCIDERE IL DOLORE?

COME UCCIDERE IL DOLORE?

Occhi sbarrati nella notte
ripercorrono scena di dolore,
il dolore di ieri…
il dolore di domani.
Sono due occhi rossi
rivolti ad un finestrino,
è una mano che asciuga
una lacrime fuggitiva.
Un ricordo bloccato negli occhi,
occhi sbarrati su quegli occhi
che si chiudono…
… per sempre

La Rosa che mi hai regalato

La Rosa che mi hai regalato

L’immagine di quella rosa
che mi hai regalato
come un invito… tanti secoli fa …
rimane fresca nel mio cuore.
Il suo profumo e la sua bellezza
mi parlano sempre di Te.
Le sue spine, la tua mancanza,
che a volte sanguina il cuore,
il desiderio vive ancora.
Le lacrime sono il balsamo
che il dolore trasformano
in dolce tristezza
col tempo

Per Te

PER TE

Mi sentivo stringere il cuore in quei buio immenso
mi mancava il respiro e sentivo freddo
non mi ero mai sentito tanto sola.
Ma le voci intorno a me sono diventate silenziose.
Quella solitudine mi avvolgeva nella sua
tenebrose e lunghe braccia
e mi cullava nella sua nenia mortale
Ho visto il buio con i miei occhi
ho guardato la morte in faccia
ed essa mi ha “sorriso”
Ho avuto la forza di sorriderle di rimando
e di aggrapparmi a quella poca luce
che mi era rimasta
e… ritornare alla vita